S. E. Mons. Ignazio Zambito lascia la diocesi di Patti

di Diego Acquisto- Per raggiunti limiti di età, il nostro condiocesano Mons. Ignazio Zambito, vescovo di Patti, dopo 27 anni di servizio lascia il governo pastorale della diocesi.

Proveniente da S. Stefano di Quisquina, dove è nato il 25 gennaio 1942, è stato ordinato presbitero dal vescovo Petralia  il 3 luglio 1966. Dopo 23 anni di servizio nella nostra arcidiocesi, per tanti anni come parroco nella Parrocchia della Madonna del Rosario  ad Aragona, e contemporaneamente  come docente di materie teologiche nel nostro Seminario, quindi per poco più di un anno come  vicario generale di Mons. Luigi Bommarito ed a seguire per alcuni mesi di Mons. Ferraro dal dicembre 1988,  è stato  eletto Vescovo il 12 maggio 1989 e consacrato nella nostra Cattedrale  dal card. Salvatore Pappalardo il  29 giugno 1989, iniziando il suo ministero nella Diocesi di Patti il 22 luglio successivo.

Un lungo periodo quello trascorso a Patti da Mons. Zambito…..dal 1989 ad oggi ! Perciò il suo successore nella diocesi pattense, già nominato da Papa Francesco, (nella persona di Mons. Guglielmo Giombanco della diocesi di Acireale, che sarà consacrato neo prossimi giorni), nel suo messaggio di saluto ai fedeli, scrive opportunamente : “Saluto con rispetto e stima il vescovo Ignazio Zambito, che ha amato e servito la nostra Chiesa con un lungo, fecondo e appassionato ministero pastorale. A lui va la nostra profonda gratitudine e prego con voi il Signore, che conosce i cuori e vede nel segreto, perché lo ricompensi per tutto il bene compiuto”.

Ma a dare l’annuncio  dell’avvicendamento nel servizio è stato comunque lo stesso mons. Zambito, iniziando  con queste parole:  “Lo scorso 25 gennaio, giorno del mio 75° compleanno, il Santo Padre, rispondendo alla lettera con la quale, in obbedienza al Can. 401 §1 del CJC, con un significativo anticipo, ho rimesso nelle sue mani il mandato in forza del quale ho servito la Chiesa pattese, ha accettato le mie dimissioni. Sono grato al Papa e ai suoi collaboratori di cui egli si avvale nel governo della Chiesa, per la sveltezza con cui, ha preso in considerazione la situazione della nostra diocesi. Nello stesso giorno il Santo Padre, per mezzo di S. E. Mons. Adriano Bernardini Nunzio Apostolico in Italia, mi ha comunicato il nome del nuovo Vescovo e l’incarico di renderlo pubblico oggi 1° febbraio, alle ore 12.00”.

Da questa nostra testata, in questo momento particolare,  vogliamo fare sentire la nostra vicinanza di stima e di affetto a Mons. Ignazio Zambito, figlio di questa nostra Chiesa Agrigentina, mentre egli comunque ancora per qualche tempo, sino all’arrivo del nuovo Pastore,  resta a servire la Chiesa di Patti con i suoi 42 Comuni, secondo quanto ha disposto con uno specifico decreto la Congregazione Vaticana  per i Vescovi, come Amministratore Apostolico.

Mons. Zambito comunque ha deciso di essere  coadiuvato, anche in questo breve periodo sino  all’arrivo a Patti del nuovo vescovo Giombanco,  da Mons. Giovanni Orlando  che ha nominato Delegato “ad omnia”.

Diego Acquisto