Russo Introito e Farruggia: “Il Direttore Asp Ficarra doveva restare ad Agrigento”

Il responsabile di Dipartimento Sanità pubblica e privata Giovanni Farruggia unitamente al Segretario generale Floriana Russo Introito esprimono soddisfazione per il rinvio del trasferimento presso l’Asp di Ragusa, del Direttore Generale Salvatore Ficarra e ritengono inappropriata la decisione del Governo regionale di non riconfermare la prosecuzione del suo incarico presso l’Asp di Agrigento, nella quale ha operato con impegno e determinazione. “Riteniamo, scrivono i due in una nota, debbano essere riconosciuti il lavoro e i risultati ottenuti attraverso la realizzazione di nuovi progetti nei presidi ospedalieri ed il compimento delle attività avviate dai precedenti direttori. Non comprendiamo come possa essere penalizzato un Ente che ha raggiunto l’obbiettivo del risanamento di bilancio, cosa certamente non ovvia, operata attraverso la capacità manageriale del Direttore Generale che ha saputo riorganizzare un’azienda complessa come l’Asp di Agrigento”.
Farruggia e Russo Introito sottolineano, inoltre, l’impegno assunto con le organizzazioni sindacali, con la CISL Fp e la Cgil FP, rispetto all’avvio del bando per l’attribuzione delle fasce orizzontali, che andrà in pubblicazione il 2 luglio, tale azione, di fatto ostacolata e contrastata da altre sigle sindacali, oggi viene sbandierata tra le attività di chi ha, invece, ostacolato la contrattazione. ù
“Non condividiamo, continuano, la posizione espressa da una parte della politica, che pur non conoscendo le problematiche afferenti l’azienda sanitaria ne’ quelle della sanità pubblica in generale, ha espresso pareri non utili ne’ all’utenza ne’ ai lavoratori del comparto ma, probabilmente, solo interessi di cui non si comprendono le motivazioni. L’interesse della CISL Funzione Pubblica è esclusivamente quello di sottolineare la necessità in questo territorio, di una continuità dell’azione amministrativa,tanto più quando questa è condotta con buoni risultati. Ci auguriamo che, alla luce delle diverse contestazioni anche interne al governo regionale con le quali si stigmatizzava una rotazione fatta solo per penalizzare alcuni, venga rivista la decisione di un trasferimento del Direttore, nella considerazione del lavoro svolto e della valutazione dei risultati ottenuti negli ultimi anni, grazie alla maturata conoscenza della struttura sanitaria”. Infine, invintano pertanto, la politica ad assumere comportamenti responsabili nei confronti dei cittadini di questo territorio, confermando piena fiducia al Direttore Generale Ficarra per consentire il compimento dei progetti avviati che, siamo certi garantiranno una migliore sanità a favore della collettività agrigentina.