Cambia la mappa delle scuole in provincia di Agrigento a partire dall’anno scolastico 2019/2020.

L’assessore regionale  all’Istruzione e alla Formazione Roberto Lagalla ha firmato il decreto che rivoluziona la rete scolastica siciliana nell’ambito di un processo di dimensionamento delle risorse. L’idea è quella di avviare un processo di razionalizzazione al fine di prevenire ipotesi di sottodimensionamento causate dal sempre più esiguo numero di alunni.

Si avvia, dunque, un nuovo processo in cui istituti scolastici “storici” scompariranno – aggregandosi ad altri istituti – o dando vita a nuove strutture.

Agrigento. La principale novità consiste nella soppressione dell’“Istituto comprensivo di Fontanelle” composto da diversi plessi: “Collodi”, “M. Maria Kolbe“, “Verga” e “Reale” che saranno accorpati all’ “Istituto comprensivo Anna Frank”; i plessi “San Giovanni Bosco” e “Tortorelle“, invece, confluiranno nell’ “Istituto comprensivo Quasimodo”. Novità anche negli istituti superiori. Soppresso il “Liceo Scientifico Ettore Majorana” che sarà inglobato dal “Liceo Scientifico e Umanistico Politi”; il “Liceo Classico Empedocle”, invece, aggrega il “Liceo Musicale Ettore Majorana”.

Novità anche in provincia.

Licata. Non esisterà più L’“Istituto Quasimodo” composto fino ad oggi dai plessi “Peritore” (infanzia e primaria), “Parla” e “Grado”: i primi due saranno accorpati all’Istituto “F. Giorgio di Licata”, l’altro all’ “ICG Marconi”.

Palma di Montechiaro. Soppresso l’“Istituto comprensivo Don Milani” che, insieme all’aggregazione dei plessi “De Amicis”, “San Pio”,”Diaz”, “Sillitti”, “Milani 2”, darà vita ad un nuovo Istituto comprensivo. La scuola primaria “Arena delle Rose” confluirà invece nell’“Istituto D’Arrigo-Lampedusa”. Infine, l’ “Istituto Cangiamiglia” aggrega il plesso “Pirandello”.

Raffadali. L’ “Istituto Comprensivo Galilei” aggrega i plessi “Arcobaleno” e “Pinocchio” dell’“Istituto Manzoni” (che viene soppresso), “Giovanni XXIII” e “L. Sciascia” del Comune di Joppolo Giancaxio.

Grotte. Verrà istituito un nuovo istituto comprensivo risultato della fusione dei plessi situati a Comitini e i plessi “Genuardi”, “Ciranni”, “L. Da Vinci” dell’”Istituto Capuana” di Aragona.

Stefano Quisquina Quisquina. Il comune avrà un nuovo istituto comprensivo: l’istituto “Maestro Panepinto” ingloberà i plessi di San Biagio Platani.

Mantengono la propria autonomia l’”Istituto comprensivo Felice” di Sambuca di Sicilia e l’“Istituto comprensivo Contino” di Cattolica Eraclea.