Ritrovamento cannone, il sindaco: pubblico encomio per Luca Lopez

Ho appena appreso la notizia del recupero di un cannone in bronzo risalente alla seconda metà del sedicesimo secolo, dal mare antistante la foce del fiume Akragas. E ho anche saputo che pure questa volta è stato un sommozzatore della famiglia Lopez molto apprezzati ad Agrigento ma non solo. E non sarebbe la prima volta che individuano e comunicano alle istituzioni, in particolare alla Soprintendenza del Mare, il ritrovamento e il luogo in cui si trova il reperto. Una cosa che avevano fatto anche nel 2006 con il ritrovamento del primo cannone. La soprintendente Li Vigni ha detto che dopo un lavoro di restauro, sarà probabilmente esposto all’interno del museo del mare del parco archeologico della Valle dei Templi di Agrigento, vicino al tempio dei Dioscuri e contribuirà ad arricchire l’offerta turistica del nostro Parco archeologico e dell’antiquarium voluto dal compianto Sebastiano Tusa. Io come sindaco di Agrigento voglio rivolgere un pubblico encomio a Luca Lopez e alla sua famiglia per questo ennesimo ritrovamento e per averlo comunicato alle istituzioni, che lo renderanno fruibile a tutti.