Rintracciato e denunciato il responsabile della truffa informatica a carico di 35enne

I poliziotti della sezione Volanti di Agrigento, unitamente ai loro colleghi della polizia Postale, dopo alcune indagini, hanno identificato, rintracciato e denunciato il responsabile della truffa informatica, a carico di un 35enne agrigentino.
Quest’ultimo aveva pagato 700 euro per l’acquisto di una fresatrice professionale, dopo avere visto un annuncio su un sito on line. Fresatrice che non è mai arrivata a destinazione.
L’autore è un 25enne calabrese, denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica, per l’ipotesi di reato di truffa. Gli investigatori sono arrivati a lui attraverso l’Iban bancario, dove l’agrigentino aveva inviato la somma in denaro, tramite bonifico, e il nickname, il nome con il quale l’utente viene riconosciuto da un computer