Rifiuti, netturbini tornano a lavoro: raggiunto un accordo

Raccolta differenziata Operatori Ecologici Spazzatura

I lavoratori ecologici, questa mattina, sono tornati a lavoro a Favara, dopo due settimane di astensione. Ieri pomeriggio si è tenuto un incontro, in video conferenza, presieduto dal Vice Prefetto Vicario , Giovanna Termini, proprio per discutere sulle problematiche della mancata raccolta dei rifiuti solidi urbani nel Comune di Favara. I netturbini hanno incrociato le braccia a causa del mancato pagamento di quattro mensilità di stipendio. Alla riunione hanno partecipato il Sindaco ed il Vice Sindaco con delega all’ecologia del Comune di Favara, i rappresentanti delle Organizzazioni Sindacali CGIL e CISL, nonché i rappresentanti del raggruppamento di imprese con capogruppo la Ditta Iseda, affidatario del servizio di raccolta dei rifiuti in quel Comune. Termini, nel ribadire la comprensione della Prefettura per i lavoratori e le loro famiglie da mesi senza stipendio, ha, tuttavia, fatto presente alle sigle sindacali la peculiarità e la delicatezza del servizio svolto dagli stessi, indispensabile a garantire la vivibilità e la salubrità dei cittadini favaresi. Nel corso della riunione è emerso l’ormai prossimo accreditamento dei Fondi regionali che consentirebbero al Comune di corrispondere alle ditte una parte delle mensilità arretrate e di conseguenza anche parte degli stipendi ai lavoratori. Dal canto loro, i rappresentanti del raggruppamento di imprese hanno fatto presente di avere già anticipato ai lavoratori due mensilità arretrate rispetto alle somme vantate e di avere altresì corrisposto un acconto in vista delle Festività pasquali, ma di non essere più nelle condizioni di versare ulteriori somme in assenza del pagamento delle spettanze da parte del Comune di Favara. Il Segretario provinciale della CGIL ed il rappresentante della CISL hanno, fatto rilevare come ” la crisi finanziaria del Comune provochi oramai sistematicamente un corto circuito nel pagamento alle ditte e, di conseguenza, degli stipendi ai lavoratori chiedendo un impegno concreto dell’amministrazione comunale nella programmazione dei pagamenti alle ditte in modo da evitare il ripetersi di tali criticità nei prossimi mesi.” Il Sindaco ed il suo Vice hanno rassicurato le ditte ed i lavoratori sul pagamento di due mensilità arretrate non appena perverranno i fondi da parte della Regione Siciliana, attesi entro la fine del mese, secondo quanto comunicato dall’Assessore regionale agli Enti locali che ha avuto costanti interlocuzioni con il Prefetto.