Rifiuti. Bruciata l’isola ecologica: nube nera sulle campagne

Un incendio, di matrice dolosa, è scoppiato alla stazione di conferenza rifiuti di “Foro Boario” a Canicattì. Le fiamme hanno carbonizzato i cumuli di rifiuti di plastica, e vetro, che erano stati già pressati, pronti per essere portati in discarica. Nell’opera di spegnimento impegnate diverse squadre dei vigili del fuoco del Comando provinciale di Agrigento, e del distaccamento di Canicattì, che dopo almeno cinque ore sono riuscite a bloccare l’avanzata delle fiamme. Nella zona si è formata una nube di fumo nero.

Sul posto, oltre ai pompieri, sono accorsi i poliziotti del Commissariato cittadino, e i carabinieri della Compagnia di Canicattì, e con loro il sindaco, Vincenzo Corbo: “Voglio tranquillizzare la cittadinanza riguardo l’incendio. Ho richiesto anche l’ausilio di Arpa e delle forze dell’ordine per meglio capire la natura del rogo. Prezioso sostegno degli autobottisti già accorsi per il rifornimento mezzi dei vigili del fuoco”.

La polizia ha avviato le indagini per provare ad identificare i piromani. L’Arpa ha misurato i livelli diossina, ma al momento nessun allarme, e la situazione è sotto controllo.