Rifiuti, Agrigento: scontro Iseda – assessore Hamel

La nota stampa di Giancarlo Alongi: Le imprese a sostegno del lavoro degli operatori ecologici. Giancarlo Alongi: “I nostri lavoratori fanno il loro dovere e il loro lavoro va rispettato. Basta sparare sul mucchio e attaccare un’intera categoria” “Il lavoro degli operatori ecologici di Agrigento, è un lavoro faticoso che merita rispetto e collaborazione da parte di tutti, a partire da singoli cittadini che, prove documentali alla mano, non fanno nulla per migliorare la qualità del servizio stesso”. Lo chiarisce l’amministratore delegato dell’Iseda Giancarlo Alongi intervenendo a margine delle recenti dichiarazioni dell’assessore all’ambiente del Comune Nello Hamel che si è detto pronto “ad intervenire verso gli operatori inadempienti”. “I nostri lavoratori – aggiunge Alongi – non sono inadempienti, svolgono il lavoro sotto la pioggia e sotto il sole cocente per tenere pulita al meglio la città. Non sono loro che rompono i mastelli, come paventato nelle scorse settimane e non sono neanche loro che ogni mattina, ad ogni angolo di strada e di marciapiede, lasciano ogni genere di rifiuti che gli operatori ecologici non possono e non devono raccogliere”. Questa mattina ad esempio, giorno di raccolta della plastica, lungo tantissime strade, come riportato dal report fotografico effettuato, sono state abbandonate quantità importanti di umido e indifferenziato. Rifiuti che vengono poi sparpagliati anche a causa della massiccia presenza di animali randagi che completano l’opera. “Gli operatori ecologici – aggiunge Alongi – non hanno modo di effettuare anche lo spazzamento perchè la raccolta porta a porta assorbe tantissimo tempo. Loro devono raccogliere il rifiuto previsto per il giorno fissato accertandosi che sia conforme alle normative. Se poi i soliti incivili lasciano per strada qualsiasi tipo di spazzatura, in barba a controlli e sanzioni, non può diventare questo un problema dei lavoratori e nemmeno può essere motivo di accuse nei confronti degli operatori ecologici stessi. Non bisogna fare di tutta l’erba un fascio. Se ci sono lavoratori che sbagliano, che ci vengano segnalati e noi interverremo ma non ci pare assolutamente corretto sparare sul mucchio e far passare il messaggio che il problema siano gli operatori ecologici e non gli incivili che fanno come gli pare”. Dall’amministratore delegato di Iseda, infine, parole di plauso per il lavoro degli operatori ecologici anche in virtù del carico di lavoro che affrontano quotidianamente. “A chi se la prende con questi lavoratori – conclude Giancarlo Alongi – ricordiamo che proprio loro stanno sopperendo con abnegazione e spirito di servizio, alla riduzione del personale che è stata effettuata dall’amministrazione comunale che ha sensibilmente diminuito il numero degli operatori ecologici che si sono visti e aumentato il carico di lavoro. Non vogliamo essere premiati per quello che facciamo perchè è nostro dovere e per questo veniamo pagati, ma nemmeno possiamo accettare di essere sempre più spesso accusati di non effettuare il servizio per come si deve”.

LA RISPOSTA DI HAMEL: Con riferimento al Comunicato dell’Amministratore delegato dell’Iseda, Giancarlo Alongi, relativo a possibili interventi di carattere sanzionatorio presso gli operatori addetti alla raccolta, l’assessore all’Ecologia Nello Hamel respinge la generica attribuzione di un giudizio negativo in ordine alla qualità del lavoro svolto e ricorda che più volte ha elogiato i lavoratori per il sacrificio e la dedizione che contraddistingue il loro operato. Altra cosa sono i singoli episodi che possono verificarsi nel rapporto con l’utenza per i quali gli stessi responsabili dell’Iseda hanno chiesto all’assessore Hamel di segnalare le disfunzioni verificatesi per attivare, dopo le necessarie verifiche, provvedimenti di richiamo o sanzioni. L’assessore all’Ecologia Hamel ritiene quindi che le dichiarazioni dell’amministratore Alongi siano fuori misura, furvianti e inappropriate.