Regionali, errori nei dati: lo scrutinio è incompleto

Regionali, errori da parte dei Comuni: mancano dati di 226 sezioni
 
Scrutinio ancora in corso in Sicilia per le elezioni del nuovo presidente e dei deputati regionali. Operazioni a rilento “a causa di dati incompleti e/o errati trasmessi da alcuni Comuni, l’Ufficio elettorale della Regione non puo’ ancora procedere alla comunicazione definitiva della ripartizione dei seggi in tutta la Sicilia”. Lo afferma una nota. In particolare, mancano ancora all’appello 226 sezioni (sulle 5.298 complessive) nelle seguenti province: Agrigento (2, nel capoluogo), Caltanissetta (2 a Villalba), Palermo (6 a Marineo), Siracusa (215 tra Avola, Lentini, Noto e nel capoluogo); Trapani (1 a Misiliscemi). “Il dipartimento regionale delle Autonomie locali potra’ pertanto riprendere l’aggiornamento del portale solo quando le prefetture valideranno i dati corretti e completi”, prosegue la nota.

A causa di dati incompleti e/o errati trasmessi da alcuni Comuni, l’Ufficio elettorale della Regione non può ancora procedere alla comunicazione definitiva della ripartizione dei seggi in tutta la Sicilia. In particolare, mancano ancora all’appello 226 sezioni (sulle 5.298 complessive) nelle seguenti province: Agrigento (2, nel capoluogo), Caltanissetta (2 a Villalba), Palermo (6 a Marineo), Siracusa (215 tra Avola, Lentini, Noto e nel capoluogo); Trapani (1 a Misiliscemi).

Il dipartimento regionale delle Autonomie locali potrà pertanto riprendere l’aggiornamento del portale (elezioni.regione.sicilia.it) solo quando le prefetture valideranno i dati corretti e completi. La proclamazione di Renato Schifani a presidente della Regione Siciliana dovrebbe avvenire entro la fine della settimana. Ci vorra’ piu’ tempo invece per i deputati eletti in Assemblea, perche’ lo scrutinio non e’ ancora completato in alcuni sezioni e bisognera’ poi riverificare le schede. Non appena sara’ definita l’attribuzione dei seggi, la segreteria generale dell’Assemblea convochera’ i neo eletti per l’accoglienza e le procedure di rito (foto e consegna del kit del parlamentare); dopo sara’ convocata l’aula (tra fine ottobre e i primi di novembre) per l’insediamento e si procedera’ all’elezione del presidente, dell’ufficio di presidenza e alle composizione delle commissioni parlamentari.