Realmonte. “Insieme scaleremo il futuro”, appello del sindaco Lattuca

I Sindaci venuti prepotentemente alla ribalta durante la Pandemia, in prima linea, a gestire la situazione emergenziale con carenza di risorse umane, ora si trovano ad affrontare tra le diverse problematiche, per esempio, il  Piano Nazionale Ripresa e Resilienza senza avere personale adeguato e sufficientemente specializzato e, quindi, non in grado di rispettare le scadenze al fine di ottenere i finanziamenti previsti.  Pur non mancando le capacità e le potenzialità territoriali non riescono a dare le risposte che le comunità che rappresentano si aspettano. In particolare, le piccole comunità vivono più intensamente il senso dell’abbandono e di isolamento”. Inizia così l’appello del Sindaco di Realmonte, Sabrina Lattuca, agli amministratori comunali, regionali e nazionali. “Da pochi anni sono Sindaco di Realmonte – Città della Scala dei Turchi – dichiara Lattuca – e pur avendo lavorato tanto su diversi fronti, tanti sono ancora gli obiettivi da raggiungere e tantissimo il potenziale inesplorato di queste piccole comunità caratterizzate da vasti territori e risorse residuali. Piccole comunità che hanno grandi criticità da gestire. Come me tanti Sindaci, Uomini e Donne, gente capace, ma che non riesce appieno a valorizzare il territorio che amministra, a renderlo più fruibile, a fare sistema, pur rispettandone la bellezza naturale e paesaggistica. Ecco mi piacerebbe che le forze politiche piuttosto che ragionare su chi o cosa si concentrassero sui programmi dei piccoli centri e sulle istanze  avanzate da questi ultimi a tutela, ad esempio, degli interventi in ordine  ai dissesti idrogeologici che spesso rendono inaccessibili  i meravigliosi promontori e/o i  siti di pregio come la Scala dei Turchi. Istanze per interventi di consolidamento, prodromici ai vari piani di gestione per una corretta valorizzazione, tutela e fruizione delle suddette aree. Non me ne vogliano i colleghi dei grandi centri ad oggi più attrezzati e attenzionati. Non come persona singola, ma come promotrice di un progetto e di idee di sviluppo, che abbiamo chiamato: INSIEME SCALEREMO IL FUTURO, sono pronta a farle confluire in un progetto più grande ma che tenga conto delle nostre proposte. Sarò io – conclude il Sindaco Lattuca – saremo NOI a vigilare affinché gli impegni vengano mantenuti e le promesse non rimangano tali”.