Rassicurazioni al sindaco sulla situazione del S. Giovanni di Dio

All’ospedale di Agrigento si registrano casi positivi anche tra il personale. Questa mattina il sindaco di Agrigento Franco Miccichè ha incontrato il direttore sanitario dell’Asp 1Gaetano Mancuso per avere contezza della reale situazione dei casi di contagio all’interno dell’ospedale San Giovanni di Dio. E’ stato confermato di aver rilevato casi positivi “a macchia di leopardo” fra i pazienti di alcuni reparti della struttura. Gli stessi pazienti sono stati immediatamente posti in isolamento e trasferiti presso il reparto di medicina-covid mentre gli ambienti interessati sono già stati sottoposti a sanificazione come da protocollo. Per ciò che concerne il personale, la Direzione dell’ospedale ha comunicato che, dall’inizio del mese di novembre, sono stati individuati 16 casi di positività al covid-19 tra medici e infermieri (sul totale di circa 850 dipendenti). I sanitari sono asintomatici o paucisintomatici e si trovano in quarantena presso i propri domicili. In tutti i casi il virus non è stato contratto all’interno della struttura sanitaria ma all’esterno e portato dentro sia dai sanitari che dai pazienti. La conferma è arrivata della Direzione del “San Giovanni di Dio”. In riscontro alla presenza di casi di positività al covid-19 presso il presidio ospedaliero “San Giovanni di Dio” di Agrigento, la Direzione dell’ospedale conferma di aver rilevato casi positivi “a macchia di leopardo” fra i pazienti di alcuni reparti della struttura. Gli stessi pazienti  sono stati immediatamente posti in isolamento e trasferiti presso il reparto di medicina-covid mentre gli ambienti interessati sono già stati sottoposti a sanificazione come da protocollo. Per ciò che concerne il personale, la Direzione dell’ospedale comunica che, dall’inizio del mese di novembre, sono stati individuati 16 casi di positività al covid-19 tra medici ed infermieri (sul totale di circa 850 dipendenti). I sanitari sono asintomatici o paucisintomatici e si trovano in quarantena presso i propri domicili.