Rapina a prostituta, 43enne rinviato a giudizio

Il Gup del Tribunale di Agrigento Stefano Zammuto ha rinviato a giudizio Massimiliano Piraneo, 43 anni, con l’accusa di avere rapinato una prostituta dominicana di 27 anni. Secondo la ricostruzione dell’accaduto, il quarantatreenne dopo avere fissato un appuntamento con la donna per una prestazione sessuale a pagamento, si sarebbe presentato nella sua abitazione e, prima di andare via, avrebbe estratto un coltello, e l’avrebbe minacciata e costretta a dargli i soldi che aveva in casa. L’uomo, poi, è fuggito con una borsa contenente circa 1.000 euro. La vittima aveva confermato le accuse nel corso dell’incidente probatorio. L’agrigentino deve rispondete di rapina, porto di coltello fuori dalla propria abitazione, e lesioni personali.