Quaranta torna a Favara: il Tribunale accoglie le istanze della difesa

tribunale

Il favarese Enzo Quaranta, già condannato per favoreggiamento alla mafia, potrà trasferire il proprio domicilio dal Villaggio Mosè a Favara. A disporlo il Tribunale di Agrigento che ha accolto le istanze della difesa.

Quaranta, si trova di fatto domiciliato nel quartiere del Villaggio Mosè ed è gravato della misura di prevezione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno in territorio di Agrigento, per la durata di tre anni. Ora, l’uomo potrà far ritorno a Favara. Quaranta, lo ricordiamo, venne coinvolto nell’operazione antimafia denominata “Face off”.