Quando ha sparato era incapace di intendere e di volere. Chiesta revisione processo per Falsone

E’ stata fissata per il 16 dicembre prossimo, davanti la Corte di Cassazione, l’udienza relativa alla richiesta di revisione del processo a carico di Calogero Falsone, fratello dell’ex capo di Cosa Nostra agrigentina Giuseppe Falsone, attualmente detenuto per scontare una condanna a 13 anni e 6 mesi di reclusione, per tentato omicidio di un pastore rumeno, esplodendogli contro 19 colpi di pistola.

La richiesta di revisione del processo era stata avanzata dal legale difensore del campobellese, l’avvocato Angela Porcello, sulla base di una perizia, che accerterebbe l’incapacità di intendere e di volere dell’uomo al momento dei fatti.

L’anno scorso è stata la Corte d’Appello di Caltanissetta a pronunciarsi, rigettando la revisione, in quanto non erano ravvisabili elementi per sostenere tale richiesta.