Tutto pronto per la 40esima giornata per la vita. Marongiu : aiutiamo donne in difficoltà economica

Il 4 febbraio 2018 si celebra la quarantesima giornata per la vita. Il CAV (Centro aiuto alla vita Opera don Guanella) di Agrigento e i suoi volontari, coordinati dal presidente Daniela Piazza, anche quest’anno sono a lavoro per l’organizzazione. Angelo Marongiu, volontario Cav e già presidente del centro che ha sede in via Caruso Lanza, ci spiega in cosa consiste:

Come da vent’anni a questa parte, andremo in oltre 40 parrocchie tra Agrigento e dintorni. Venderemo “le primule della vita” in cambio di un’offerta. Il ricavato sarà utile per andare a finanziare altri progetti Gemma.

Di cosa si tratta ?

Consiste nell’adottare una mamma a rischio aborto e salvare una vita. L’assistiamo a 360 gradi. Per tutto quello che necessita. Molte donne infatti decidono di interrompere la gravidanza perché pensano di non riuscire a far fronte alle spese economiche. Noi l’assistiamo in tutto quello che sono i loro bisogni. Garantiamo alla donna 160 euro al mese per 18 mesi, sono in tutto 2.880 euro,  oltre a fornire assistenza medica, corredo, medicine, spesa alimentare, beni di prima necessità, come pannolini e tutto quello che può servire ad una donna che si trova ad affrontare una gravidanza.

Bastano 160 euro?

Meglio di niente, inoltre se necessario aiutiamo ad inserirsi nel mondo lavorativo. La provvidenza non si pone limiti, spesso vorremmo fare di più, molte volte ci riusciamo anche.

La giornata per la vita è anche l’occasione per sensibilizzare?

Si, è vero, il tema di quest’anno è : “ Il Vangelo della vita gioia per il mondo”. Un tema per certi versi scontato, perché l’amore è quello che muove l’uomo e la vita ha bisogno di amore.

Che cos’altro fa il Cav ?

Sensibilizzazione verso la vita, la giovane vita. Preghiera, incontri confronti, convegni. La gioia alla base di tutto, nella consapevolezza di essere figli di Dio e di generare nuova vita. Negli ultimi anni sono oltre 30 i progetti Gemma realizzati. Il nostro compito è quello di difendere la vita, contro l’idiozia dell’uomo che è l’aborto che significa negare la vita ad un nuovo essere.

Chi sono i volontari del Cav ?

Persone che amano la vita. Medici, professionisti, impiegati, pensionati. Persone comuni che hanno a cuore le sorti di chi necessita di aiuto. Persone con un cuore grande che vogliono spendere il loro tempo a servizio del prossimo.

Chi sono le persone che assistete?

Le donne che si trovano ad affrontate una gravidanza difficile o indesiderata. Le mamme che chiedono il nostro sostegno, non solo economico, ma spesso anche morale. Ci prendiamo cura di chi ha bisogno perché come ho detto mettiamo l’amore e la vita alla base di ogni cosa. Un richiamo che non è un’utopia. In Italia è già possibile una vicinanza concreta tra famiglie secondo un progetto strutturato. Un aiuto che non è solo uno sporadico gesto di solidarietà – comunque positivo – ma un accompagnamento tra famiglia e famiglia che diventa impegno condiviso. 

Agrigento, meno aborti rispetto al 2016

Il contatore dell’aborto ad Agrigento gira inesorabile. Rallenta ma non si ferma. Al San Giovanni di Dio nel 2017, sono state 63 le interruzioni volontarie di gravidanza, dette anche IVG. Un…