Pronta lista di Giusy Savarino: massima attenzione sulla scelta dei nomi

L’esperienza, l’entusiasmo e la caparbietà di Giusy Savarino per creare una nuova classe dirigente che sappia rilanciare l’azione politica cittadina. 

C’è anche Diventerà Bellissima nella coalizione che appoggia la candidatura a sindaco di Marco Zambuto.

Il movimento impresso dal Presidente Musumeci vede nella deputata agrigentina la principale artefice di una fase di costruzione e percorso politico che punta a gettare le basi anche per gli anni a venire. Si lavora quindi per ultimare la lista e limando gli ultimi nomi da inserire, valutando soprattutto il capitale umano.  Savarino per la sua lista vuole solo profili su cui si può fare affidamento. 

“Come deciso in sede provinciale e come ribadito sui tavoli regionali, il nostro movimento ha deciso di sostenere il candidato Sindaco Marco Zambuto e per farlo stiamo facendo una selezione tra i tanti che si avvicinano”. Nessuna difficoltà quindi per la stesura della lista, ma solo attenzione alle scelte fatte anche per evitare che come già successo in passato qualcuno possa voltare le spalle cammin facendo. 

“Abbiamo continue adesioni ogni giorno, in tutta la provincia”, fa sapere la Savarino che proprio ieri ha annunciato che il suo movimento ha appoggiato a Ribera la candidatura a sindaco di Matteo Ruvolo.

Sulla scelta di Zambuto Savarino ribadisce: È la scelta che per Agrigento più ci entusiasma: Zambuto sindaco vuol dire tornare alla politica dell’ascolto, al servizio della città e dei suoi abitanti, col sorriso di chi sa guardare al futuro con speranza”. La Savarino non si sbilancia sui nomi anche se a breve la composizione della lista sarà ufficializzata. Le comunali sono elezioni particolari dove tutti tendono a fare più liste possibili perché questo meccanismo elettorale porta a racimolare quanti più voti si possa per vincere puntando, al tempo stesso, a toglierne ad altri candidati. Dall’altra parte per gli elettori c’è forse troppa confusione e caos anche per il fatto che i candidati sindaci si appoggiano a liste civiche e non sono schierati con alcun partito.