Promuovere il sistema delle cooperative di comunità: legacoop scrive ai sindaci dei piccoli comuni

Legacoop Sicilia coordinamento Agrigento Palermo e Trapani si e’ rivolta, attraverso una lettera, ai sindaci dei piccoli comuni, delle aree montane e delle aree interne della provincia di Agrigento per sviluppare e rafforzare il sistema delle cooperative di comunita’.
Secondo Domenico Pistone, firmatario della lettera, “le cooperative di comunità costituiscono un modello innovativo capace di produrre nuova socialità dove i cittadini sono produttori e fruitori di beni e servizi e dove il bene comune diventa centrale in un azione di rigenerazione urbana ed economica .
Nella provincia di Agrigento, continua Pistone, vi sono diverse realtà’ come piccoli comuni, , aree interne e montane a crescente spopolamento con alti indici di vecchiaia, bassa natalità e fuga dei giovani, in cui le cooperative di comunità possono rappresentare uno strumento di rigenerazione, resilienza e rinascita collettiva.
Spesso, questi micro-territori possiedono grandi potenzialità sul piano delle risorse, in molti casi non utilizzati al meglio come quelle ambientali, paesaggistiche, storiche, culturali e architettoniche.
In questi territori, la nascita di cooperative di comunità è finalizzata ad arrestare l’impoverimento socio-economico e riuscire a promuovere la comunità stessa.
In questo senso, le cooperative di comunità vanno viste come straordinarie esperienze che legano le tematiche e valori della cittadinanza attiva, della sussidiarietà, della gestione dei beni comuni e la solidarietà.
Una cooperativa di comunità nasce proprio per consentire alle persone di restare sul territorio e renderlo attrattivo rispetto all’esterno. Sono dei laboratori di sviluppo locale nella e per la comunità.
Legacoop vuole promuovere soprattutto insieme agli attori presenti sul territorio e partendo dalle amministrazioni locali – una riflessione comune in grado di attivare processi di innovazione e rinascita.
Lega delle Cooperative e Mutue insieme ad ANCI-IFEL e Confcooperative, nell’ambito del Progetto SIBaTer, ha lavorato al nuovo Vademecum che analizza il ruolo dello strumento delle cooperative per la valorizzazione dei beni comuni, con particolare attenzione per le Cooperative di Comunità.
Legacoop, conclude Pistone, attraverso questo primo contatto, vuole raccogliere le disponibilità degli Enti locali a favorire incontri, relazioni, a promuovere Webinar e tavole rotonde in grado di costruire nel territorio della provincia di Agrigento un tavolo comune per sviluppare progetti ed idee attraverso i quali possano nascere Cooperative di comunità integrate in un sistema di rilancio dei nostri territori.”