Produttori software per giochi online: dalle 7 signs slot alle ditte italiane

Produttori software per giochi online: dalle 7 signs slot alle ditte italiane

 

Tutti conosciamo le potenzialità, le grafiche, addirittura le musiche e i jingle dei tanti giochi online presenti su smartphone, tablet e laptop. Ma cosa c’è dietro questo mondo fatto di codici e schermi? Ebbene, c’è un esercito di professionisti, molti dei quali fanno capo a aziende che sono dei veri e propri colossi del digitale, gran parte di queste registrate e nate nel Regno Unito. Vediamone alcune, e quali sono quelle italiane che si distinguono. La scelta è vasta e affascinante, si passa dalle 7 signs slot, alle aziende che producono software per Bingo, Poker live e roulette.

 I colossi britannici a primeggiare sul mercato

 

Fra le professioni maggiormente richieste dal mercato del lavoro c’è sicuramente lo sviluppatore di applicazioni, o più in generale lo sviluppatore software. C’è però da fare una debita premessa per dovere di narrazione. La nazione in cui il gioco online e le scommesse si sono maggiormente sviluppate e da sempre sono socialmente accettate è l’Inghilterra. È quindi alla corte della Regina Elisabetta che il settore ha iniziato a essere regolamentato, ed è quindi qui che sono nati anche i primi software relativi al gioco. Difatti, fra i nomi dei produttori più famosi, primeggiano in due, fondati e registrati nell’Isola di Man e questi sono Playtech, famoso per il Bingo in particolare e Microgaming, altra azienda con sede nell’Isola di Man e che è stata la prima produttrice di software per casinò al mondo.

 

Altri produttori, fra cui qualche azienda italiana

 

Agli italiani piace di più il gioco online, nonostante sia qui, e precisamente a Venezia nel 1638, che è nata la prima sala da gioco ufficiale dell’umanità: il casinò di Venezia. A darci conferma della preferenza degli abitanti italiani per il gioco digitale ci sono i dati del triennio dal 2018 al 2020, con l’andamento che non è affatto cambiato, anzi. Il gioco digitale in Italia ha fatto registrare un +42% rispetto al 2019, e in particolare il settore delle scommesse invece addirittura un +144,7% rispetto all’anno precedente. Numeri che ci fanno comprendere di quanto si tratti di uno dei business più in salute in questo momento e non soltanto sul mercato italiano. Vien da sé che tante sono dunque le aziende che si interessano alla produzione software, e a fianco ai colossi britannici ne vediamo altri, fra cui anche molti italiani alla ribalta. Capecod è stato per anni il nome nella produzione software associato all’Italia. Azienda fondata nel 1987 in Italia, è entrata poi a far parte del colosso Novomatic, che l’ha inglobata nel 2017, dopo che Capecod Gaming aveva prodotto giochi di poker e di slot dal 2007 al 2015. Questo ci dà un assist per parlare di altri sviluppatori non nati in Inghilterra; abbiamo appena citato Novomatic con sede in Austria a Gumpoldskirchen fondata nel 1980, tiene testa alle due potenze britanniche Microgaming e Playtech, così come la svedese NetEnt. L’azienda svedese creata nel 1996 a Stoccolma è sicuramente da annoverare fra le prime cinque protagoniste del mondo dei giochi online, così come l’altra svedese Quickspin, di recente nascita.

 

Fra i produttori italiani da menzionare assolutamente Tuko Production, con sede a Battipaglia in provincia di Salerno, è produttrice di oltre 30 titoli per slot machine; ancora fra le italiane c’è World Match azienda fondata a Padova, all’attivo con oltre 200 titoli fra cui 160 slot machine.