La migliore Seap Dalli Cardillo della stagione vince 3-1 contro la Tenaglia Altino

Finalmente lo squillo dell’Aragona. E’ stato necesario attendere la sesta giornata del campionato di serie A2, ma alla fine è arrivata la prima vittoria stagionale per le ragazze di Mister Micoli, che hanno meritatamente espugnato il Palazzetto dello Sport di Lanciano battendo a domicilio la Tenaglia Altino per 3 set a 1. Doveva essere la partita in cui il gruppo delle ragazze aragonesi doveva dare precise risposte in termini di forza mentale, gioco espresso e valori tecnici individuali, e per ognuno degli aspetti citati i riscontri pervenuti sono stati confortanti, tanto che si può affermare come la Seap Dalli Cardillo riparte da Lanciano con nuove certezze e rinato entusiasmo. Si inizia con i due sestetti previsti, anche perchè praticamente obbligato quello di Micoli, essendo ancora ferme ai box Stival, Cometti e Zech. Così in regia va Caracuta con Zonta opposto, le centrali Negri e Bisegna e schiacciatrici di banda Moneta e Dzakovic, libero Vittorio. L’allenatore D’amico risponde per Altino con Saveriano in palleggio e la portoghese Kavalenka opposta, al centro Spicocchi e Angelini, martelli ricevitori le cugine Lestini e Costantini, libero Mastrilli. Inizia la partita e immediatamente Caracuta e Moneta mostrano alle giovani compagne quale deve essere la strada da seguire: primi due palloni della regista per il capitano che ricambia con due schiacchiate (una diagonale ed una parallela) veramente intimidatorie, e che valgono i primi dure punti. La squadra nella sua interezza recepisce il messaggio, e vola 7-2 ed 11-4, in un perfetto gioco corale, come dimostra il tabellino che dopo soli nove punti vede i nomi di tutte le giocatrici (regista esclusa) già a punto. Il monologo agrigentino continua ininterrotto, 14-7 e poi 19-10, le atlete di casa risultano troppo contratte, nervose, schiacciate dalla paura di quello zero in classifica che le tormenta. Sul 22-17 la capitana abruzzese, Silvia Costantini, dopo aver eseguito un’ottima schiacciata, ricadendo mette male il piede, si procura una distorsione ed è costretta ad abbandonare definitivamente la contesa, al suo posto la giovane Carola Ollino. Il set, comunque ormai segnato, si conclude per 25-20 Aragona. In questa prima frazione la differenza è stata anzitutto mentale, concentratissime le ragazze ospiti, basti citare che nel fondamentale della battuta non hanno fatto registrare alcun errore, contro i 3 dei padroni di casa. E poi,dal punto di vista tecnico, l’aver variato il consueto gioco sulle bande con continui attacchi delle centrali, probabilmente si sono contate più fast in questo primo set che nell’intero campionato disputato in precedenza. Il secondo set parte così come era iniziato il primo, dominato dalla Seap Dalli Cardillo Aragona, 3-1, 7-2 e sull’11-5 mister D’amico già ha esaurito i suoi due time out. Il muro ospite continua a imperversare, respinge e smorza ogni attacco, e sotto i colpi della Zonta (ben 8 punti in questo secondo set) la formazione agrigentina allunga sino al 18-11. L’allenatore D’Amico, per evitare la disfatta rimescola profondamente il sestetto, cambia la regista, inserendo la Di Arcangelo, sostituisce l’opposto provando la Comotto, alterna le centrali sfruttando la Zingoni, si aggrappa persino al cambio dell’under, quindi non computabile con quelli ufficiali, utilizzando la giovanissima Natalizia, e in qualche modo riesce a ridestare l’orgoglio delle sue ragazze che perdono la frazione con un dignitoso 25-20. Si va al terzo set, e la partita cambia, diventa equilibratissima, almeno nel punteggio. Le ragazze di Aragona rifiatano dopo aver domandato i due parziali disputati con una concentrazione assoluta.

Non ci sono break o allunghi da nessuna delle due parti, per tutto il tiratissimo set il massimo vantaggio è di soli 2 punti, 6-8 Altino prima, poi 15-14 Aragona, sino al 22-24 Altino, che però spreca due palloni per il set, e si va 24-24, in un crescendo di emozioni si arriva al 26-26 con altri 2 set ball annullati da Aragona, finchè due punti della Lestini non regalano il set ai padroni di casa (è anche la prima frazione conquistata in questo campionato tra le mura amiche del palazzetto di Lanciano). Si va così al quarto set, e sembrano già riapparire i fantasmi sardi di Olbia, dove dallo 0-2 la Seap Dalli Cardillo si fece rimontare sino al 3-2, ma stavolta le ragazze di Micoli sono troppo attente e focalizzate sull’obiettivo per farsi sfuggire i 3 punti, così partono forte, 4-1 prima e 10-6 grazie ad un serie positiva che ha avuto inizio per merito di un volo miracoloso della Vittorio, per allungare sino al 13-7. C’è spazio ancora per un tentativo disperato di ricucire lo strappo da parte di Altino, sorretta da una Kavalenka, ultima ad arrendersi, che riporta sotto la sua squadra, avvicinandosi prima sul 16-13 e poi 20-17. Ma ormai è troppo tardi, la Dzakovic vede lo striscione d’arrivo e piazza due schiacciate tanto violente quanto preziose, che valgono il 23-19, per poi toccare alla Zonta chiudere la partita sul 25-20 grazie ad un preciso diagonale. Migliore realizzatrice del match per Aragona Dzakovic con 20 punti, per Altino la Kovalenka con 22. A fine gara raggiante il Presiidente Di Giacomo, che parlando a chiare lettere di esame superato, si è complimentato con la squadra per la convinzione mostrata in campo e per non aver subito il contraccolpo del terzo set perso ai vantaggi, e si è poi augurato che questa prima vittoria possa servire sia per il morale del gruppo, ma anche da toccasana per tutto l’ambiente caduto in depressione per questa crisi di risultati.

Il tabellino:

TENAGLIA ALTINO VOLLEY: Saveriano 2, Lestini 15, Spicocchi 7, Kavalenka 22, Costantini 3, Angelini 6, Mastrilli (L) 1, Comotti 2, Di Arcangelo 1, Ollino 10, Zingoni 1, Olleia, Meniconi (L), Natalizia. All. Damico.

SEAP DALLI CARDILLO ARAGONA: Caracuta 1, Zonta 18, Bisegna 9, Negri 4, Moneta 13, Dzakovic 20, Vittorio (L), Casarotti, Ruffa. All. Micoli

ARBITRI: Eustachio Papapietro e Davide Morgillo

NOTE: Muri Aragona 11, Altino 5. Ace Aragona 2, Altino 4. Err. battuta Aragona 6, Altino 15. Err. azione Aragona 8, Altino 13. Attacco Aragona 34%, Altino 34%. Ricezione Aragona 55% (25% perfetta), Altino 66% (32% perfetta).

Tenaglia Altino Volley – Seap Dalli Cardillo Atagona 1 – 3
( 20-25, 19-25, 28-26, 20-25)