Presunti bilanci gonfiati comune di Porto Empedocle, ribadita richiesta rinvio a giudizo

Il pubblico ministero Chiara Bisso, nel corso della sua requisitoria all’udienza preliminare, ha ribadito la richiesta di rinvio a giudizio per gli indagati sulla presunta falsificazione dei bilanci del Comune di Porto Empedocle.
Rischiano l’approfondimento dibattimentale  l’attuale sindaco di Agrigento, Calogero Firetto, e altre sei persone. Si tratta dell’ex responsabile del settore finanziario del comune Salvatore Alesci, e di cinque revisori contabili Francesco Maria Coppa, Rosetta Prato, Carmelo Presti, Enrico Fiannaca ed Ezio Veneziano.
L’udienza preliminare proseguirà il 30 settembre e il 7 ottobre, poi il Gup del Tribunale di Agrigento Alessandra Vella, dovrà decidere se disporre o meno il rinvio a giudizio.
Secondo l’accusa sarebbero stati falsificati e “gonfiati” i bilanci del Comune di Porto Empedocle, fra il 2011 e il 2014, quando a capo dell’Amministrazione c’era Firetto, per fare quadrare i conti e non incappare nel patto di stabilità.