Premio internazionale “Empedocle”: i premiati

Il cardinale Luis Antonio Gokim Tegle, pro prefetto del Dicastero per l’evangelizzazione, l’ambasciatore del regno del Marocco presso la Santa Sede Rajae Naji, il giornalista e scrittore Marco Roncalli ed il sindaco di Palermo Roberto Lagalla sono i destinatari della ventottesima edizione del premio internazionale “Empedocle” per le scienze umane in memoria di Paolo Borsellino, a cura dEll’Accademia di studi mediterranei di Agrigento.

Tegle, di origini filippine, venne nominato nella carica attualmente rivestita da papa Francesco dopo essere stato, tra gli altri ruoli rivestiti, vescovo di Manila ed è considerato una delle voci più rappresentative del pensiero teologico asiatico.

L’ambasciatrice marocchina invece è un’esperta di diritto islamico ed è vista molto bene in funzione del dialogo interreligioso islamico-cattolico.

Marco Roncalli, pronipote di Giovanni XXIII, ha dedicato gran parte dei suoi studi alla figura del Papa Buono ed è presidente della Fondazione intitolata proprio a quest’ultimo.

Roberto Lagalla é molto conosciuto per essere stato presidente del Polo Universitario di Agrigento, rettore dell’Università di Palermo ed asse4ssore regionale.

I premi saranno consegnati sabato 26 novembre 2022 alle ore 16 nella sala di Zeus del Museo Archeologico regionale. Nella stessa occasione saranno consegnati riconoscimenti anche al prefetto Maria Rita Cocciufa, al questore Rosa Maria Iraci, al comandante provinciale dei carabinieri Vittorio Stingo, a quello della Guardia di Finanza Rocco Lopane ed al comandante della capitaneria di Porto Antonio Ventriglia.

La serata sarà introdotta dal presidente dell’Accademia mons. Enrico Dal Covolo, quindi seguiranno i saluti delle autorità presenti. Il cardinal Tegle sarà premiato per la sezione “Dialogo fra i popoli fratelli tutti”, l’ambasciatrice Naji per la sezione “I diritti umani universali”, il dott. Roncalli per la sezione “Fede e comunicazione” ed infine il prof. Lagalla per la sezione “Paolo Borsellino: Giustizia e legalità. Tutti i premiati terranno una lectio magistralis.