Porto Empedocle, assunta come centralinista e accusata di essere falsa cieca

Udienza ieri, al Tribunale di Agrigento, relativa al processo che vede imputata una donna, accusata di truffa, assunta anni fa alla Capitaneria di porto di Porto Empedocle come centralinista. La donna si era dichiarata cieca al 100% ma dopo alcuni accertamenti disposti, nacquero alcuni sospetti e venne denunciata.

Due militari della Guardia Costiera, hanno dichiarato dinnanzi ai giudici, che la donna addirittura si truccasse da sola. Ascoltato anche un medico oculista che ha confermato la gravità delle condizioni visive della donna.