Porto Empedocle, arrestato e portato in carcere ex consigliere comunale condannato per violenza sessuale

A distanza di un mese dal ricorso rigettato in Cassazione, a carico di un cinquantenne, oramai ex consigliere comunale di Porto Empedocle, è stato spiccato un ordine di carcerazione, emesso dalla Procura della Repubblica, presso la Corte di Appello di Palermo. Il provvedimento è stato eseguito dai poliziotti del Commissariato “Frontiera” di Porto Empedocle.
E’ stato riconosciuto colpevole di  due ipotesi di violenza sessuale, e di maltrattamenti in famiglia, ai danni della ex moglie.
L’uomo, del quale, non riveliamo il nome per tutelare l’identità della vittima, è stato arrestato, e dopo le formalità di rito negli uffici della polizia di Stato, trasferito nel carcere “Pasquale Di Lorenzo”, per espiare la pena. Deve scontare 4 anni di reclusione. Gli episodi contestati si sarebbero verificati fra il gennaio e il marzo del 2014.
L’uomo, in passato impiegato in un Consorzio, – secondo quanto scaturito nei processi – aveva costretto la moglie, sbattendola con violenza sul letto, e immobilizzandola, a subire due rapporti sessuali completi.