Polo Universitario. Comune di Agrigento si costituirà contro Joseph Mifsud

NOTA STAMPA – Il Comune di Agrigento si costituirà parte civile nel procedimento contro l’ex presidente del consorzio universitario, Joseph Mifsud, l’uomo che è al centro del cosiddetto scandalo Russiagate. È la volontà espressa dal sindaco, Lillo Firetto: “La Procura ha iscritto nel registro degli indagati per truffa e abuso d’ufficio una persona che era stata voluta a capo del Polo universitario di Agrigento da un vecchio modo di fare politica – afferma il sindaco –  quella stessa vecchia politica che con leggerezza e senza farsi scrupoli ha rubato il futuro a tanti giovani agrigentini e che, se non fossimo intervenuti in tempo, avrebbe costretto altrettanti ragazzi e ragazze a rinunciare alla formazione universitaria”.
Firetto auspica che le indagini della Procura mettano in luce le responsabilità delle “spese pazze” e  di quella gestione superficiale che ridusse al collasso il Cupa, il Consorzio Universitario della Provincia di Agrigento. Il sindaco si è battuto dal 2015 per la riattivazione dei corsi di laurea fino a veder nascere Empedocle Consorzio Universitario di Agrigento: un traguardo che è stato sancito nei primi del mese scorso dalla festa delle matricole alla presenza del rettore dell’Università di Palermo, Fabrizio Micari.
“L’Università ora è una realtà – conclude Firetto. – Delle legittime proteste degli studenti è rimasto solo un ricordo. È per loro che ci costituremo parte civile, per combattere quel modo di far politica che distribuendo privilegi non si fa scrupolo di compromettere il futuro dei nostri ragazzi“.