Poligono di tiro ancora a Drasy, MareAmico: Musumeci ignora il territorio

Poligono di tiro ancora a Drasy: Musumeci rinnova il protocollo con l’ Esercito.

Altro che vocazione turistica per Agrigento, è stato siglato infatti, a Palazzo d’Orleans, a Palermo, il protocollo d’intesa tra la Regione siciliana e il Comando militare dell’Esercito Sicilia per l’uso di quattro poligoni di tiro nell’Isola. A firmare il rinnovo quinquennale il governatore Nello Musumeci e il generale di brigata Claudio Minghetti. Le strutture coinvolte sono quelle di Santa Barbara a Messina, San Matteo a Trapani, Masseria dei Cippi a Montelepre e Drasy ad Agrigento. Quest’ultima aerea, chiusa al momento per la pausa estiva, situata  tra Zingarello e Montegrande, da anni  usata per le esercitazioni militari, rientra in una zona di alto interesse naturalistico, che per lungo tempo si è tentato di trasformare in riserva.

La replica di Claudio Lombardo di MareAmico:

“Il presidente Musumeci ha rinnovato l’uso del Poligono di Drasy senza sentire le legittime proteste del territorio”, ha commentato Claudio Lombardo dell’Associazione Ambientalista MareAmico a seguito di tale firma. “Presto chiederemo di essere sentiti dal Governo Regionale e dalla Commissione Ambiente dell’ARS. Dopo 60 anni di esercitazioni l’esercito deve andare via, conclude Lombardo, debbono bonificare il mare che hanno riempito di piombo e pagare un equo indennizzo per il danno arrecato al territorio”.