Operazione “Easy money”: sequestrati 500 mila euro ad Alfonso Zambito

Due appartamenti, quattro locali commerciali ed un terreno edificabile – tutti nel comune di Porto Empedocle – per un valore complessivo di circa 500 mila euro.

Gli agenti della Sezione Anticrimine della Questura di Agrigento guidati da Angela Spatola, hanno applicato il il provvedimento emesso dalla sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Agrigento su richiesta del Questore Maurizio Auriemma. 

Zambito è stato coinvolto nell’operazione “Easy Money” scattata nel 2010 grazie alle dichiarazioni dell’ex sindaco di Porto Empedocle Paolo Ferrara, caduta nella rete degli usurai per svariate migliaia di euro. Nel 2010 furono 8 le persone arrestate tra cui proprio Alfonso Zambito, tutte accusate del reato di usura. 

“Ad aggravare la posizione di Zambito anche un’altra condanna subita nel 2004 – rendono noto dalla Questura di Agrigento – per i reati di associazione per delinquere e usura a seguito dell’operazione denominata “Anaconda”, condotta dai militari dell’Arma di Porto Empedocle. Sono stati sottoposti a sequestro 2 appartamenti, 4 locali commerciali e un terreno edificabile, tutti nel Comune di Porto Empedocle. Il valore approssimativo dei beni rientranti nel provvedimento di sequestro è di circa 500.000 euro”.

IL VIDEO DA GRANDANGOLO