Pirandello al Cinema, si conclude la rassegna cinematografica di Beniamino Biondi

Si conclude la rassegna cinematografica dal titolo “Lunedì pirandelliani”, a cura di Beniamino Biondi, con tre appuntamenti fissi ogni lunedì, per continuare a celebrare l’opera di Luigi Pirandello dalla pagina scritta al cinema. È un omaggio allo scrittore, ma è anche un modo per verificare come il cinema abbia trattato l’opera di Pirandello trasferendo le novelle al piccolo schermo, con risultati di sicuro rilievo.

Ultimo appuntamento lunedì 25 luglio alle ore 19:00 presso Villa Aurea, con ingresso gratuito dal Tempio di Ercole, con la proiezione del film “Tu ridi” (1998) con la regia dei fratelli Taviani.

Dai racconti di Luigi Pirandello Tu ridi (1912) e La cattura (1918). “Felice”: ex baritono che lavora tristemente come impiegato al Teatro dell’Opera nella Roma degli anni ’30, di notte, sognando, inspiegabilmente ride. “Due sequestri”: Sicilia, oggi. Un bambino, figlio di un mafioso collaboratore di giustizia, vive segregato in un albergo disabitato di montagna in compagnia di un carceriere. Sullo stesso monte, cent’anni prima, è accaduto un altro sequestro, ma la distanza tra i due crimini è immensa. Dopo Kaos i Taviani tornano a Pirandello. Qui sono in evidenza le due belle prove di attore di Turi Ferro e Lello Arena come nell’altro episodio quella di un Albanese di cupa e stralunata intensità. Non mancando di momenti alti e di tratti di ammirevole finezza, il risultato complessivo è di “un film scostante, ma vivo, informe ma sentito, sbilanciato ma goduto e sofferto al tempo stesso”.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti, in locale climatizzato. Accesso dal lato Tempio di Ercole.