Organizzazione criminale al Comune di Lampedusa, 5 condanne

Organizzazione criminale al Comune di Lampedusa. I giudici della seconda sezione del Tribunale di Agrigento, riconoscendo la sussistenza del reato di associazione a delinquere, hanno condannato i principali imputati del processo alla cosiddetta cricca di Lampedusa che avrebbe gestito appalti e lavori pubblici in maniera illegittima in cambio di tangenti. Si tratta dell’ex dirigente dell’ufficio tecnico comunale Giuseppe Gabriele a cui è andata la pena più alta di 8 anni e 10 mesi di reclusione, sette anni e nove mesi di reclusione sono stati decisi per l’architetto Gioacchino Giancone, all’epoca a capo del settore Attività produttive del Comune,  quattro anni, un mese e quindici giorni per l’ex sindaco Bernardino De Rubeis che si trova già in carcere per scontare una condanna a quasi 7 anni per un’altra vicenda di tangenti.

Altri due imputati, sono stati ritenuti colpevoli per altri reati come l’imprenditore Leonardo Pellegrini che è stato condannato a 2 anni per corruzione ed il funzionario dell’Utc Giovanni Sorrentino condannato ad un anno e due mesi di reclusione per abuso di ufficio e falso.