Ordine degli Avvocati di Agrigento, il servizio “Sportello per il cittadino”

In ossequio all ‘art. 30 L. 247/2012 ed al Regolamento nr.2/13 del CNF, anche l’Ordine degli Avvocati di Agrigento ha istituito, fin dal 2015, uno “Sportello per il Cittadino”, per fornire un servizio gratuito di informazione e orientamento ai cittadini sulle prestazioni professionali e sul funzionamento della giustizia. È un’iniziativa importante che ha l’obiettivo di avvicinare la giustizia ai cittadini e che il Consiglio intende promuovere per ribadire il ruolo dell ‘Avvocato e la sua funzione sociale.

Il 19 aprile 2013 il Consiglio Nazionale Forense, in attuazione dell’art. 30 della legge forense,  ha  approvato  il Regolamento   n.  2-R-2013 che  stabilisce  tempi  e modalità  di accesso allo Sportello.

Il servizio è garantito da Avvocati iscritti all’Ordine Forense di Agrigento, che svolgono il servizio su base volontaria e gratuita.

Lo Sportello, ubicato nel locale dell’Ordine sito al piano terra del Palazzo di Giustizia, è aperto dal lunedì al venerdì, dalle ore 11.30 alle ore 13.30, ed il sabato dalle ore 9.30 alle ore 11.30, previa adesione del cittadino tramite l’indirizzo e-mail:  [email protected] o per il tramite del seguente numero: 0922 602476.

Lo  scopo  è quello  di  fornire  ai cittadini  un  servizio  gratuito  di informazione e·di orientamento  per  la  fruizione  delle prestazioni  professionali  dell’Avvocato; tempi  di massima  di un giudizio e parametri  di legge; oneri tributari   e possibili conseguenze della soccombenza; difesa d’ufficio; requisiti  e condizioni  per accedere al patrocinio  a spese  dello  Stato; procedure  di  concilazione  o  di  risoluzione  alternativa  delle controversie e possibili vantaggi derivanti in termini di tempi e costi dall’esperimento di tali procedure; modalità di svolgimento delle prestazioni professionali degli avvocati e della loro utilità, anche nella prospettiva  della prevenzione del contenzioso; formalità necessarie per il conferimento degli incarichi ai legali; diritti e obblighi derivanti dal conferimento dell’incarico e possibilità di rivolgersi al Consiglio dell’Ordine in caso di mancanza di accordo sul compenso con il proprio difensore, al fine di raggiungere una conciliazione.

Al fine di usufruire del servizio, l’utente dovrà firmare un modulo di consenso al trattamento dei dati personali, in conformità alle disposizioni di cui al decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.

È esclusa ogni attività di consulenza, sia orale che scritta, ed è vietato fornire informazioni sui giudizi pendenti.

All’avvocato che svolge le attività dello Sportello è fatto divieto di indicare il nominativo di avvocati che possano assumere l’incarico professionale relativo alla questione per cui sono fomite informazioni e orientamento, e di assumere incarichi professionali dal beneficiario del servizio.