Notaio agrigentino indagato per truffa: vittime si costituiscono parte civile

Giornata decisiva nella vicenda relativa all’inchiesta su una presunta truffa, di cui è accusato un notaio di Menfi, Filippo Palermo, indagine effettuata dalla Guardia di Finanza e coordinata dalla Procura di Sciacca che, dato le recenti normative, però, non potrà procedure d’ufficio ma solo su querela da parte dei presunti truffati. Proprio oggi, dunque, sono stati depositati alcuni atti di  costituzione di parte civile da parte di alcune delle 47 persone offese che avevano presentato atto di querela nei termini di legge.

Al centro dell’operazione “Two face” eseguita in in provincia di Agrigento, vi sarebbero oltre 2000 persone truffate in cinque anni, secondo la Guardia di Finanza,