“Non si è mai pentita”: chiesta Sorveglianza speciale per ex avvocato

La Dda di Palermo ha chiesto la misura di prevenzione della Sorveglianza speciale di Pubblica sicurezza, per la durata di 4 anni, per l’ex avvocato Angela Porcello, cancellata dall’Ordine dopo l’arresto del 2 febbraio dell’anno scorso, condannata martedì a 15 anni e 4 mesi di reclusione con l’accusa di avere avuto un ruolo di primo piano nella gestione del mandamento di Cosa nostra di Canicattì.

Le prescrizioni della misura sarebbero comunque valide quando l’ex penalista tornerà libera. A decidere se applicare la misura di prevenzione saranno i giudici del Tribunale di Palermo al termine di un procedimento in contraddittorio fra l’accusa e la difesa, rappresentata dall’avvocato Giuseppe Scozzari.

Secondo i magistrati, “non vi è alcun elemento che deponga per il recesso dall’organizzazione criminale, non ha mai collaborato con l’autorità giudiziaria ed è vicina agli ambienti di Cosa Nostra dal lontano 2014”.