In D ci va la Sancataldese, l’Akragas crolla sul più bello

Niente da fare. Sancataldese promossa in sedie D, l’Akragas rimane in eccellenza. È finita 3 a 0 al comunale di Mazara del Vallo l’attesa finalissima per la promozione alla categoria superiore. Il primo tempo termina 2-0 , autogol di Candela. Ma a complicare le cose, a metà del primo tempo , l’espulsione del portiere Compagno per fallo ai danni di un avversario a gioco fermo. I biancazzurri rimangono in dieci. A sostituire l’estremo difensore,  il classe 2001 Marzina. Nonostante l’inferiorità numerica la squadra di mister Di Gaetano prova a recuperare il risultato ma è traversa. Ad inizio ripresa espulsione per la Sancataldese e si ritorna dieci contro dieci. Sotto di due goal, con orgoglio l’Akragas cerca di riaprire la partita ma è ancora la traversa a dire di no. A pochi minuti dalla fine, seconda espulsione per la Sancataldese. I biancazzurri si sbilanciano alla ricerca della rete  ma in contropiede arriva il terzo goal che chiude definitivamente il match. Al comunale di Mazara anche un gruppo di tifosi biancazzurri compreso il sindaco Franco Micciché accompagnato da alcuni assessori. Al fischio finale grande festa per la compagine nissena, delusione per calciatori e tifosi akragantini.