Morto dopo il ribaltamento del trattore, condannato imprenditore

Il giudice monocratico del Tribunale di Agrigento, Alessandro Quattrocchi, ha inflitto la condanna a 1 anno e 4 mesi di reclusione ad un imprenditore trentatreenne, Francesco Cucurullo, ritenuto responsabile del decesso del bracciante agricolo, con mansioni di trattorista, Diego Petralito, di 61 anni. Cucurullo rispondeva di omicidio colposo.

La vicenda deceduto il 2 luglio del 2014, nelle campagne di contrada “Grottarossa”, al confine fra i territori di Canicattì e Caltanissetta. Petralito è spirato all’ospedale “Sant’Elia” di Caltanissetta, dove era giunto dopo che lo stesso era rimasto schiacciato da un trattore, sul quale sarebbe stato al lavoro.