Morte di Chiara La Mendola: “Ho visto la ragazza respirare ancora…”

“Vidi l’auto vicino al corpo della ragazza che respirava ancora ma non riusciva a parlare…”. Questo uno stralcio della testimonianza drammatica dell’ispettore della Polizia Locale, Angelo Palillo.

L’agente è stato chiamato a testimoniare presso un’aula del Tribunale di Agrigento, nell’udienza che vede a processo Giuseppe Valenti, 80 anni, il pensionato agrigentino coinvolto nell’incidente stradale che costò la vita a Chiara La Mendola, la giovane di 23 anni deceduta nel dicembre del 2013 dopo una caduta dal motorino su cui viaggiava in via Cavaleri Magazzeni, caduta che secondo l’accusa sarebbe stata causata da una buca sul selciato. Valenti è accusato di omicidio colposo perchè si trovava alla guida dell’auto contro la quale sarebbe andata a sbattere la giovane agrigentina subito dopo la caduta. Oltre a Valenti, alla sbarra per omicidio colposo, sono finiti anche Giuseppe Principato e Gapsare Triassi, funzionari del Comune di Agrigento. Ieri ha deposto l’ispettore della polizia municipale. La prossima udienza è stata fissata il 13 settembre.”