Morta per emorragia in ospedale, prosciolti 5 sanitari

Il giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Agrigento Giuseppe Miceli, ha disposto il non luogo a procedere, perchè il fatto non sussiste, nei confronti di cinque sanitari, accusati di omicidio colposo, per la morte di una donna di 64 anni, Marianna Bellia, di Palma di Montechiaro, deceduta per un’emorragia, il 24 luglio del 2018, all’ospedale di Agrigento.

Si tratta di Gabriele Iacona, 42 anni, Salvatore Butticè, 36 anni, Angelo Pizzo, 47 anni e Michele Ruoppolo, 65 anni, e Valeria Vinci, 44 anni. L’inchiesta, subito dopo il decesso, venne aperta dalla Procura della Repubblica, dopo la denuncia presentata dai familiari.

Il giudice ha ritenuto che non vi fossero gli estremi per disporre un approfondimento dei fatti in dibattimento.