Migranti, Guardia Costiera: “Stallo imbarazzante” su Diciotti. Procura avvia indagine

Migranti, Guardia Costiera: “Stallo imbarazzante” su Diciotti. Procura avvia indagine Il delegato Cocer della Guardia costiera italiana al Corriere della Sera: a una nave militare italiana viene impedito di ormeggiare in un porto italiano. La nave con 177 migranti a bordo è al quinto giorno di stallo. Braccio di ferro Italia-Malta-Ue. Salvini ad Agorà: “Diciotti in Italia solo se migranti suddivisi in altri paesi europei secondo quello spirito di solidarietà sin qui affermato solo a parole”. Intanto la Diciotti prende il largo.

Comunicato stampa

La Procura della Repubblica di Agrigento, nel rigoroso ambito della propria giurisdizione e competenza, ha avviato una indagine volta a conoscere il tentativo di ingresso di n. 190 immigrati extracomunitari avvenuto in data 16/8/018 al largo dell’isola di Lampedusa, tratti in salvo dalla motonave “Diciotti” e ad oggi ancora ospitati sulla medesima motonave della Guardia Costiera. Detta indagine, affidata alla Capitaneria di Porto di Porto Empedocle e alla Squadra Mobile di Agrigento, oltre ad individuare scafisti e soggetti dediti al favoreggiamento della immigrazione clandestina, tende altresì a conoscere le condizioni dei 177 migranti superstiti a bordo della predetta unità navale militare.
Agrigento 20/8/018
Il Procuratore della Repubblica
Dott. Luigi Patronaggio