Messina (Confesercenti): “La campagna elettorale non ostacoli la ripresa”

Il confronto politico in vista delle elezioni regionali e nazionali che si celebrano il prossimo 25 settembre non sia da ostacolo agli sforzi che il mondo produttivo siciliano sta facendo per venire fuori da una crisi lunga e complessa come quella vissuta in questi ultimi anni.” Lo afferma il presidente di Confesercenti Sicilia Vittorio Messina a poche settimane dal rinnovo del Parlamento e dell’Assemblea Regionale Siciliana. “Anche i dati del secondo trimestre di quest’anno – aggiunge Vittorio Messina – ci consegnano un quadro che induce ad un cauto ottimismo con un saldo decisamente positivo tra le iscrizioni e le cancellazioni delle imprese dell’Isola. Ma questo è un momento molto delicato perché i segnali che si colgono sul piano della ripresa non possono essere cancellati da una campagna elettorale che mette da parte i programmi seri e realizzabili per dare spazio agli attacchi personali e alle contumelie tra avversari politici.” “Le famiglie e le imprese, dopo l’emergenza sanitaria, l’aggressione della Russia all’Ucraina, l’inflazione è la bolletta energetica – continua il presidente di Confesercenti Sicilia – hanno bisogno di una politica capace di indicare con autorevolezza e serietà le coordinate di uno sviluppo che possa ristabilire un clima di serenità per guardare con fiducia al futuro. È pertanto il momento della responsabilità, il momento di formulare proposte credibili e realizzabili senza indugiare con le promesse facili da fare e impossibili da mantenere.” Un confronto anche serrato ma costruttivo può contribuire a restituire maggiore fiducia verso la politica e di conseguenza può stimolare la partecipazione al voto. “Così facendo  – conclude Il presidente Messina – gli elettori potrebbero sentirsi maggiormente coinvolti nelle loro scelte e il mondo delle attività produttive potrebbe convincersi che i sacrifici fatti per superare le tante difficoltà con le quali si è misurato valeva la pena di averli compiuti. Le famiglie e le imprese hanno dimostrato di essere virtuose e resilienti, la politica oggi ha l’occasione buona per dimostrarsi all’altezza della situazione e per non sprecare le opportunità che ci consegna il PNRR è un tasso di crescita che ci vede in prima linea a livello europeo”.