Mandorlo 2018, il bilancio di Lauretta : poche luci, molte ombre oscure

Polemiche prima, polemiche anche dopo. La 73esima edizione della sagra del mandorlo in fiore si è appena conclusa. Nino Lauretta,  esperto di progettazione, organizzazione e gestione della “Sagra del Mandorlo in Fiore” e del “Festival Internazionale del Folklore” di Agrigento (Ha organizzato edizioni 2001-2002-2003-2004-2005-2006-2007.
Etnofestival” di Agrigento. Edizioni 2001-2002-2003-2004-2005, tra i vari artisti presenti: Goran Bregovic, Hevia e Papa), traccia il bilancio dell’edizione appena conclusa.

Nino, figlio di Enzo, primo fondatore della Sagra, è tra l’altro Tour Management e referente per l’Italia dell’European Dance Caravan (Progetto approvato e co-finanziato dalla Comunità Europea nel quadro delle iniziative di CULTURE 2000/2006) oltre che consigliere delegato del “Centro Studi Pirandelliani”. Lauretta pone diversi interrogativi ed avanza alcune critiche. “Una Sagra – secondo l’esperto – con poche luci e tante ombre oscure“. Qui di seguito l’intervista video integrale: GUARDA IL VIDEO