Mancanza di sicurezza nel cantiere, denunciato agrigentino

Un cinquantenne di Agrigento, coordinatore della sicurezza nella fase di progettazione ed esecuzione dei lavori, è stato denunciato alla Procura della Repubblica, in seguito ad un’ispezione effettuata dai carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro, in un cantiere allestito per la realizzazione di lavori pubblici su piazza Della Repubblica, nel centro di Contessa Entellina, in provincia di Palermo.

Due le persone finite nei guai, un quarantenne, residente a San Giuseppe Jato, titolare della ditta edile che è stato ritenuto responsabile di non aver munito il ponteggio di ancoraggi, né di parapetti; di non aver installato l’impianto elettrico nel cantiere e di non aver costituito le squadre di addetti alle emergenze e di montaggio ponteggio. Ma anche l’agrigentino che, nel cantiere, era appunto il coordinatore della sicurezza nella fase di progettazione ed esecuzione dei lavori.

Il cinquantenne è stato ritenuto responsabile di non aver aggiornato il Psc, e di non aver predisposto la necessaria, indispensabile, vigilanza. I carabinieri del Nil hanno sospeso l’attività imprenditoriale per gravi violazioni in materia di sicurezza, ed hanno elevato ammende per complessive 47.752 euro, e sanzioni per 3.000 euro.