Mafia, tentata estorsione : chiesto giudizio per 4 favaresi

Dovranno comparire davanti al Gip del Tribunale di Catania il prossimo 21 settembre in seguito alla richiesta della Procura di rinvio a giudizio per una tentata estorsione ai danni di una ditta ragusana che si è occupata dei lavori di rifacimento di una strada a Lampedusa.

Gerlando Valenti, Carmelo Battaglia, Concetto Errigo, Giuseppe Quaranta, Pasquale Fanara, Giuseppe Blando

Si tratta di Giuseppe Quaranta, 50 anni, neo collaboratore di giustizia della mafia agrigentina ed ex referente della famiglia mafiosa di Favara; Pasquale Fanara, 59 anni, attualmente detenuto a Voghera e vertice secondo gli inquirenti della stessa famiglia mafiosa; Gerlando Valenti, imprenditore di Favara arrestato nell’ambito dell’operazione Montagna lo scorso gennaio; Giuseppe Blando, 54 anni, anche lui di Favara.

I quattro sono accusati dalla Procura Distrettuale di aver tentato una estorsione di 20 mila euro nei confronti di Roberto Di Paola, titolare dell’omonima impresa che si è aggiudicata i lavori di pavimentazione a Lampedusa per un importo totale di 1 milione 400 mila euro.

Oltre ai quattro favaresi sono coinvolti anche Concetto Errigo e Carmelo Battaglia anche loro esponenti della famiglia mafiosa di Comiso. I quattro bavaresi sono difesi dagli avvocati Maria Alba Nicotra, Rosalia Palumbo Piccionello, Gloria Lupo, Domenico Russello, Giuseppe Oddo e Angela Porcello.