Mafia, scatta il blitz “Passepartoutt” di Gdf e Ros. Cinque arresti nell’Agrigentino

La Guardia di finanza di Palermo e Sciacca, unitamente ai Carabinieri del Ros e del Comando provinciale di Agrigento, alle prime ore dell’alba, hanno dato esecuzione ad un provvedimento di fermo emesso dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Palermo, nei confronti di 5 soggetti, ritenuti appartenenti o comunque contigui alla famiglia mafiosa di Sciacca.
Sono state eseguite decine di perquisizioni su tutto il territorio di Sciacca, che vedono impiegati oltre 100 finanzieri e Carabinieri, supportati da mezzi aerei e unità cinofile, che riguardano abitazioni, uffici, aziende e negozi nella disponibilità degli indagati.

L’operazione è stata denominata “Passepartoutt”. Tra gli arrestati i boss più vicini al superlatitante Matteo Messina Denaro, e Antonello Nicosia, esponente dei Radicali italiani, che ha partecipato alle ispezioni in carcere con una parlamentare (ex Leu oggi Italia Viva, estranea all’indagine) e faceva uscire i messaggi dei boss.