Mafia, inchiesta “Montagna”: cugino boss ai domiciliari

Il Gup del Tribunale di Palermo, Marco Gaeta, ha concesso gli arresti domiciliari, con l’applicazione del braccialetto elettronico, in una località del Nord Italia, a carico del 34enne Daniele Fragapane, di Santa Elisabetta, ex calciatore e cugino del presunto capo del mandamento Francesco Fragapane, entrambi coinvolti nel maxi blitz antimafia “Montagna”.
Ritenute affievolite le esigenze cautelari. Daniele Fragapane è stato condannato a 6 anni e 8 mesi di reclusione, per concorso esterno in associazione mafiosa.