M5S presenta una interpellanza sui requisiti della Brandara come commissario del Comune di Licata

LICATA. Con un’interpellanza urgente, il gruppo parlamentare del M5S all’Ars chiede al presidente della Regione siciliana Nello Musumeci di verificare se l’attuale commissario straordinario del comune di Licata, Maria Grazia Brandara possegga i requisiti per ricoprire l’incarico affidatogli nella precedente legislatura dal governo Crocetta fino alla data delle amministrative, che in Sicilia dovrebbero tenersi a giugno prossimo. “Dopo la decadenza dell’organo politico e della giunta comunale, l’attuale commissario del comune di Licata – dicono i deputati del M5S – ha avuto assegnato l’incarico con il governo Crocetta, in quanto all’epoca ricopriva l’incarico di capo particolare della segreteria dell’assessore regionale alle Attività produttive Mariella Lo Bello.  In virtù del ruolo ricoperto, infatti, Brandara era inserita nell’organico della Regione con la qualifica di dirigente regionale e questo le consentiva di ricoprire l’incarico di commissario straordinario dell’ente”. “Con questo atto parlamentare – proseguono gli esponenti del M5S- chiediamo a Musumeci di verificare se sussistano i requisiti per la permanenza della carica in capo all’attuale commissario straordinario del comune di Licata dal momento che a novembre è stato eletto un nuovo governo regionale”.   “Siamo preoccupati  – concludono i deputati – per la situazione igienico-sanitaria emergenziale legata allo smaltimento dei rifiuti a Licata e per il sistema di riscossioni dei tributi che non riesce a partire. Quest’ultimo aspetto potrebbe incidere severamente sullo stato economico finanziario dell’ente portandolo al default”.



In questo articolo: