L’Università Cattolica compie 100 anni: il messaggio della delegata diocesana

“Il sogno di Padre Agostino Gemelli e di Armida Barelli, presto Beata, è diventato realtà. L’Università Cattolica, in questo 2021, compie 100 anni dalla sua nascita. Una grande opera se si pensa al contesto in cui è nata nel 1921.” Così inizia il Messaggio della delegata diocesano di Agrigento dell’università Sacro Cuore, Serafina Rizzo,  per la 97ª Giornata per l’Università Cattolica del Sacro Cuore che si celebrerà domenica 18 aprile 2021 sul tema “Un secolo di storia davanti a noi”. “Un grande progetto di donne e uomini- sottolinea Rizzo- che cento anni fa hanno ideato l’Università Cattolica del Sacro Cuore.  Una storia di fede, di educazione, di ricerca scientifica, di fermento culturale, di impegno civile, di cure e di assistenza sanitaria. Questi primi cento anni ci spingono a ricordare un’esperienza viva, mirata a promuovere e rinnovare la realtà, un’esperienza volta al futuro che si fa carico delle nuove aspettative del mondo contemporaneo, con la partecipazione attiva di tutti: la chiesa, il corpo docente, gli studenti, le famiglie, il mondo delle associazioni e delle parrocchie, tutti uniti per ribadire la forza delle sue tradizioni proiettandola verso nuovi orizzonti.” E poi continua:

“In questo difficile periodo di pandemia, un grande plauso va all’impegno di tanti docenti, personale tecnico amministrativo e in particolare al grande servizio offerto a tutta la comunità nazionale dal Policlinico Agostino Gemelli.

La giornata per l’Università Cattolica, da 97 anni, avvicina l’Ateneo alla Chiesa Cattolica. Quest’anno, a causa delle restrizioni imposte dall’attuale pandemia, l’evento avverrà in tono minore, ma rimane comunque e sempre un evento importante sia per la ricorrenza dell’anniversario dei 100 anni dalla fondazione, sia per il processo di beatificazione di Armida Barelli. La Barelli va ricordata- scrive Serafina Rizzo- quale grande donna, che con grande impegno e dedizione si è spesa sostenendo l’Ateneo nei primi difficili anni dalla fondazione. Va inoltre ricordata per aver valorizzato il ruolo delle donne nella società e in particolare nella comunità dei cattolici, riconoscendo e promuovendo l’accesso alle donne all’istruzione, quale stimolo di crescita della persona.

La giornata dell’Università Cattolica, voluta e sostenuta da Armida Barelli, è il momento in cui l’Università, chiedendo a ogni cattolico la vicinanza nella preghiera e in un gesto di generosità, presenterà se stessa e mostrerà ciò che essa continua a fare nel suo specifico servizio alla Chiesa e alla società italiana con le sedi di Milano, Piacenza, Crema, Brescia e Roma con il Policlinico A. Gemelli, insieme al centro di ricerca e formazione di alta tecnologia nelle scienze biomediche, Giovanni Paolo II. Quanto si potrà offrire in occasione della 97a Giornata Universitaria, è un gesto di amicizia ed è un atto di amore e di fiducia nei confronti dei giovani. Un atto attraverso il quale, l’Università promuove il suo cammino di accoglienza, di sostegno e formazione dei giovani meritevoli, provenienti da tutto il territorio nazionale e dall’Estero. Sostenendo l’Università Cattolica- conclude Rizzo-si potrà attuare una proposta educativa che, ispirandosi al Vangelo, persegue un’idea di sviluppo che vede nelle future generazione una promessa della rinascita dell’Italia, attuando un nuovo “Umanesimo” simbolo di una società più equa e più giusta.”