LIVATINO, L’OMAGGIO DELLA RAI

Era il 21 settembre 1990 e il magistrato Rosario Livatino si stava recando in macchina, come sempre senza scorta, in Tribunale ad Agrigento , quando venne speronato e poi, in modo spietato, assassinato da quattro uomini della Stidda, una delle molte sigle mafiose siciliane. Un agguato particolarmente crudele perchè il giovane magistrato tentò di fuggire a piedi, ma venne raggiunto e freddato a colpi di pistola senza pietà. Aveva solo 37 anni.

Lunedì 21 settembre a trent’anni da quel tragico evento, per ricordare quello che l’allora presidente della Repubblica, Francesco Cossiga, definì uno dei “Giudici ragazzini”, accanto alle celebrazioni istituzionali, anche la Rai ha messo a punto, già da sabato scorso, una programmazione dedicata, sui suoi canali tv e su quelli radiofonici, oltre che sulle piattaforme web. La giornata dell’anniversario di oggi è cominciata su Rai1, con un approfondimento su Uno Mattina, a cura del Tg1. Su Radio1, “Che giorno è”, programma condotto da Francesca Romana Ceci e da Massimo Giraldi dalle 10.30, ricorda l’omicidio, con, tra gli ospiti, anche Lucia, la cugina di Livatino.

Ancora su Radio1, finestre informative verranno aperte anche nel pomeriggio, per l’iniziativa “Deontologia e professionalità del magistrato, un binomio indissolubile. In memoria di Rosario Livatino” che si terrà a Palermo, presso la Corte d’appello, a partire dalle 15.30. Alle 22.10 Rai Storia, per “Cinema Italia”, trasmetterà “Il giudice ragazzino” di Alessandro Di Robilant, con Giulio Scarpati, Sabrina Ferilli, Leopoldo Trieste, Regina Bianchi, liberamente ispirato all’omonimo libro di Nando Dalla Chiesa. Per l’interpretazione, Giulio Scarpati vinse un David di Donatello come migliore attore protagonista.

Oggi tutte le testate Rai, dedicano una ampia copertura informativa all’anniversario nelle edizioni dei rispettivi telegiornali e radio giornali. In particolare, la Tgr Sicilia, seguirà le iniziative che saranno organizzate dall’associazione Amici di Rosario Livatino e dedicherà un servizio in ricordo del magistrato e dell’indagine che portò alla condanna dei suoi assassini. RaiNews24,invece, commemorerà il “Giudice ragazzino”, con ospiti in studio e collegamenti in diretta con la Tgr Sicilia, per gli aggiornamenti sulle iniziative dal territorio. L’offerta di Rai Cultura, verrà rilanciata anche sui canali social e su www.raicultura.it e Rai Play pubblica on-line il film “Il giudice ragazzino” (1994) di Alessandro di Robilant ed il documentario “Il giudice di Canicattì” (2019) di Davide Lorenzano.