Litigano per la gestione del figlioletto, venti interventi della polizia

Dopo circa 5 anni di matrimonio, la decisione lo scorso anno di mettere fine alla storia d’amore. Adesso da mesi è un susseguirsi di alterchi, denunce, chiamate al 112, per la gestione del figlio di appena 3 anni. Protagonisti lui 35 anni, lei poco più di 30, entrambi di Agrigento. Il giudice ha affidato il piccolo alla madre, con l’ordine alla stessa di lasciarlo una volta alla settimana al padre, affidandosi al buon senso in occasioni delle giornate di festa. Il buon senso però è stato messo da parte. Negli ultimi due mesi sono stati 20 gli interventi della polizia di Stato, per riportare la calma, ed evitare che una semplice scintilla potesse sfociare in qualcosa di grave, tra urla, offese e insulti di ogni genere reciproche.

L’ultimo episodio nel giorno di Santo Stefano, con la madre, che non ha voluto sentire ragioni di far vedere il bimbo al padre, né tantomeno lasciarlo andare da lui nel giorno di festa. Teatro del fatto il centro della città. L’intervento dei poliziotti delle Volanti ha evitato, che la situazione precipitasse. “Oggi mio figlio doveva stare con me, ancora una volta la mia ex moglie, non ha rispettato le decisioni del giudice”, ha denunciato l’uomo agli agenti, che hanno relazionato ogni cosa.