Ingegnere tenta l’impresa: da Legnago ad Agrigento in bici

1580 km in 15 giorni, viaggiare in bici all’insegna della sostenibilità alla scoperta di luoghi e tradizioni. È l’impresa di Alessandro D’Andrea,49 anni, un ingegnere che vive e lavora al Nord da tantissimi anni ma trascorre le vacanze estive nella sua città natale che è Agrigento e quest’anno ha deciso di tornare in bicicletta partendo da Legnago. In questo viaggio, non sarà da solo:con lui due amici immaginari, uno siciliano e l’altro veneto, “Totò e Donato”, con cui commenterà i vari posti significativi che visiterà. “Lo conosco da quando aveva circa 5 anni ed è sempre stato un vulcano di idee e capace di originalissime provocazioni per risvegliare la coscienza dei suoi amici.” Lo presenta così Achille Furioso , amico e collega e presidente dell’ ordine degli ingegneri di Agrigento. “Sta unendo idealmente- continua Furioso-l’Italia, dal Nord al Sud, ricordandoci le meraviglie paesaggistiche e culturali del nostro amato Paese anche commentando gli italiani illustri ed i più autorevoli personaggi storici e contemporanei che hanno contribuito a farlo grande.” Alessandro D’Andrea è partito, con la sua bici, sabato scorso, 31 luglio, alle 7 da Legnago e dovrebbe arrivare il 14 agosto prossimo a San Leone. “Chissà se anche questa volta Alessandro – conclude Achille Furioso- vuole lanciarci un messaggio o farci riflettere su qualcosa”.