Legambiente Agrigento su dimissioni Mimmo Fontana

Legambiente Agrigento sulle dimissioni di Mimmo Fontana: il ringraziamento di Claudia Casa, presidente del Circolo “Rabat”.

 

A nome del Circolo Legambiente “Rabat” e di tutti quei cittadini che da anni aspettavano e giustamente pretendevano che la nostra città si mettesse al passo con i tempi attraverso l’adozione della buona pratica della raccolta differenziata porta-a-porta, intendiamo ringraziare pubblicamente Mimmo Fontana per il lavoro svolto in tale direzione nei suoi due anni e mezzo di mandato assessoriale al Comune di Agrigento.

Siamo grati ed al contempo orgogliosi, come legambientini, per aver prestato alla città, attraverso l’operato di Mimmo Fontana, quelle capacità e quelle competenze necessarie a produrre un risultato, quello dell’avvio della raccolta domiciliare dei rifiuti su tutto il territorio comunale, che al momento dell’insediamento della giunta Firetto era tutt’altro che scontato per via delle forze contrarie che da sempre a questo processo di modernizzazione culturale e sociale si opponevano allo spudorato scopo di difendere interessi particolaristici e di conservare intatti gli indebiti profitti e le malsane clientele, in danno alle tasche del cittadino contribuente.

Abbiamo piena contezza delle posizioni retrive che sono state scardinate dall’azione ferma, decisa e coraggiosa di Mimmo Fontana e che ancora adesso, a pochi giorni dall’estensione del servizio di raccolta porta-a-porta dei rifiuti anche alle utenze del centro cittadino, continuano ad agitarsi, disegnando scenari disastrosi e propinando all’opinione pubblica l’antica ricetta dell’incremento a dismisura del personale addetto come unico rimedio possibile per evitare l’apocalissi.  

Riteniamo tuttavia che la logica del “tanto paga tutto Pantalone” sia stata ormai definitivamente smascherata agli occhi dei cittadini e riponiamo piena fiducia nelle capacità dell’assessore subentrante Nello Hamel e del sindaco Lillo Firetto di mantenere ferme le decisioni prese nell’esclusivo interesse della nostra collettività.

Per parte nostra siamo stati e rimarremo sempre a disposizione di chi intende e intenderà governare Agrigento nel solco della trasparenza e dell’osservanza delle regole avendo quale unico obiettivo il perseguimento del bene comune.

 

Agrigento, 24 gennaio 2018