Le migliori aziende sostenibili in Sicilia. Tra i vincitori del Premio Bio in Sicily 2021 anche tre agrigentini

Anche quest’anno nel corso della giornata finale del pomeriggio del 3 ottobre sono stati consegnati gli ambiti riconoscimenti relative alle aziende “Bio in Sicily 2021”, che si sono distinte nel corso di quest’ultimo anno nel campo dell’attività di produzione, promozione, vendita e per la produzione sostenibile.

I focus individuati per stabilire la selezione hanno riguardato: informazione e promozione (sito, pagina, articoli, pubblicità, fiere, eventi); sostenibilità ambientale (attività di campo, di produzione, di riciclo); ricerca e innovazione (progetti di ricerca, chiusura della filiera, elementi di innovazione di prodotto e di processo; far parte di una associazione che promuove il biologico, il tipico e il naturale e/o essere iscritto ad organizzazioni di categoria; aver vinto dei premi in precedenza.

L’obiettivo della manifestazione è mettere in mostra le eccellenze enogastronomiche e turistiche del territorio regionale, nonché un momento di confronto collettivo tra tutti gli operatori delle filiere agroalimentare, dell’enogastronomia siciliana e del turismo con i soggetti istituzionali, i consumatori nonché gli enti preposti ad accompagnare e supportare le strategie di marketing e commercializzazione.

Bio in Sicily si presenta al pubblico con la voglia di sensibilizzare gli operatori e l’opinione pubblica sull’importanza di imporre il brand “Isola Bio” per l’intera produzione agroalimentare siciliana. In questa logica la parola Bio deve evocare per il consumatore un prodotto con forte connotazione identitaria legata alla Sicilia che venga percepito buono, gustoso ma soprattutto sano e sicuro e correlato a metodi di produzione legati alla sostenibilità e alla biodiversità ambientale”.

Le aziende vincitrici “Bio in Sicily 2021 sono:

  • Vini Biologici Aldo Viola – Alcamo (TP);
  • Società Cooperativa sociale “Verbumcaudo” – Polizzi Generosa (PA);
  • CVA – Canicattì (AG);
  • Azienda Agricola Biologica “L’Oro di Calamigna” – Ventimiglia di Sicilia (PA);
  • Salumificio “La Paisanella” della famiglia Agostino – Mirto (ME);
  • Fattoria del Grano “Albacara” – Rosolini (SR);
  • Azienda Agricola “Fagone” – Giarratana (AG);
  • Azienda Agricola Biologica “Chedduci” – Castrofilippo (AG);
  • Società Cooperativa Agricola “Valle del Dittaino” – Assoro (EN);
  • Fattoria Didattica “Ruralia” – Alia (PA);
  • Mandorlandia Bio di Vincenzo Giglio – Chiusa Sclafani (PA);
  • Azienda Agricola Rossana Tuzzolino – Roccapalumba (PA);
  • Azienda Olivicola “Grotte Capel Venere”  di Trainito Salvatore – Castronovo di Sicilia (PA);
  • Società Agricola Semplice “Orto Baroco” Fratelli Morana e C. – Scicli (RG);
  • Azienda Olivicola “Titone” – Locogrande (TP);
  • Azienda Agricola “Cupitur” S.r.l. – Caronia (ME);
  • Allevamento ittico “Sacom” – Messina;
  • Azienda Ittica AciBlu – Acireale;
  • Caseificio Mangiapane Salvatore – Cammarata/S. Giovanni Gemini (AG);
  • Azienda agricola “Feudo Disisa” – Monreale (PA);
  • Azienda Elicicola “Lumaca Madonita” – Campofelice di Roccella (PA);
  • Caseificio Passalacqua – Castronovo di Sicilia (PA);
  • Azienda Olivicola “Cannata” – Gangi;
  • “Verdechiaro” Servizi di ristorazione – Palermo;
  • Azienda Agricola Vincenzo Barreca – Geraci Siculo –(PA);
  • G. D’Oro Caffè – Montemaggiore Belsito (PA);
  • Società Cooperativa “Nuovo Orizzonte” Valledolmo (PA);
  • Azienda Vitivinicola “Baglio di Pianetto” Santa Cristina Gela (PA);
  • Azienda vinicola “Barone di Villagrande – Milo (CT);
  • Azienda agricola “Colline Binaia” Castelvetrano (TP);