L’Asp convoca un tavolo tecnico con le associazioni di volontariato oncologico

AGRIGENTO. “Le azioni e gli sforzi che da tempo l’Azienda Sanitaria Provinciale di Agrigento mette in campo quotidianamente per fronteggiare la crisi pandemica in corso, non devono incidere sugli standard qualitativi e quantitativi delle prestazioni socio-sanitarie ordinarie erogate in provincia specie per ciò che attiene l’assistenza alle fasce di  popolazione più fragili o affette da patologie croniche”.

E’ questa la convinzione che sta orientando l’operato della direzione strategica ASP in questi giorni di intensa attività nei quali, se le attenzioni al contrasto del covid-19 finiscono per impiegare energie e risorse sempre maggiori, è pur vero che l’impegno dell’intero apparato aziendale, non solo degli organi di vertice ma anche, e soprattutto, dei sanitari che ogni giorno si prodigano “sul campo”, consente di non incrinare l’efficacia nell’erogazione della vasta gamma di prestazioni “no-covid” fra reparti, ambulatori, servizi territoriali.

Nell’intento di supportare appieno le necessità di una fra le più fragili tipologie di pazienti, quella delle persone in cura oncologica, ho deciso di convocare per l’inizio della prossima settimana – afferma il commissario straordinario ASP, Mario Zappia – un incontro con i responsabili degli enti e le associazioni di volontariato che si occupano del sostegno  agli ammalati di tumore. Ricorrono proprio in questo periodo i tradizionali ‘Giorni della ricerca della Fondazione AIRC’ e sono certo che i passi in avanti compiuti nella prevenzione e nella cura delle neoplasie non debbano essere minimamente rallentati dalla lotta al virus.  Il tavolo tecnico con le associazioni – conclude il commissario Zappia – sarà un’occasione di confronto e di scambio di vedute con il settore dell’associazionismo volto ad incrementare l’efficienza dei servizi anche in questi giorni così difficili”.